ACQUA a rischio privatizzazione, Brandico come la “Pensa”?

voto_acqua

Il 9 ottobre 2015 si è riunita la Conferenza dei Sindaci dei comuni bresciani che ha dovuto esprimersi, con potere di voto obbligatorio e vincolante, sulla proposta presentata dall’E.G.A.T.O. (Ente di Governo dell’Ambito Territoriale Ottimale) che consiste:

  • nella creazione di una società interamente pubblica mediante la fusione degli operatori pubblici attualmente esistenti (che confluiranno nella parte pubblica della nuova società «Acque Bresciane»);
  • nell’affidamento diretto trentennale del servizio idrico alla medesima società;
  • nell’individuazione successiva di un socio privato che entrerà nella società, al quale sarà ceduta una quota non inferiore al 40% della società di gestione;

Abbiamo pertanto interpellato il sindaco su come ha votato in rappresentanza del Comune di Brandico in questa Conferenza dei Sindaci. Se in favore o meno all’apertura della gara per l’affidamento dei servizi idrici ai privati, detto in parole povere: alla PRIVATIZZAZIONE DELL’ACQUA! A tal proposito ci sembra doveroso che vengano fornite motivate e dettagliate spiegazioni sulla scelta compiuta.

Essendo inoltre questo un argomento di rilevanza massima per tutta la popolazione, Viva Brandico chiede come mai abbia agito in modo da NON COINVOLGERE nella discussione i consiglieri comunali di opposizione e/o l’intera cittadinanza, come invece fatto da altri sindaci.

Alleghiamo pertanto la nostra interpellanza e vi informeremo sulle risposte.

VivaBrandico_interpellanza_301015

Secondo il nostro parere è comunque evidente che un operatore privato ha come obiettivo principale l’investimento finalizzato al raggiungimento di un utile, mentre una società a totale capitale pubblico deve avere a cuore soprattutto il bene della comunità e l’equilibrio dei bilanci. Pertanto il nuovo gestore unico dovrebbe essere una società totalmente pubblica, in grado di tutelare l’acqua e calmierare i prezzi, che altrimenti aumenteranno a dismisura per garantire il profitto ai privati (come già si è verificato in altre città italiane ed Europee).

PS: In allegato un articolo del giornale di BS che indica come si sono evolute le dinamiche della discussione e in cui viene citato come ha risposto la conferenza provinciale (clicca sopra l’immagine per ingrandire).

GdB_GestoreUnicoAcqua

Risposta all’interpellanza