SI o NO – Referendum costituzionale del 4 dicembre

SI o NO – Referendum costituzionale del 4 dicembre

Risultati Italiareferendum_italia
Risultati Brandicoreferendum_brandico

 

 

si_no 
In molti comuni si stanno svolgendo serate informative per coinvolgere la cittadinanza ad un voto consapevole sul Referendum costituzionale del 4 dicembre prossimo. Ci piacerebbe che anche nel nostro piccolo paesino ci fosse un minimo accenno informativo in merito. È importante, e a nostro parere è un dovere delle istituzioni, poter fornire elementi e strumenti per sopperire alla difficoltà di recepire informazioni su questi argomenti, che sono faticose sia da cercare che da capire. La gente vorrebbe poter avere la possibilità di informarsi al meglio anche grazie a strumenti che vadano al di là di quelli consueti come la tv e i giornali, di cui onestamente ci si sente oggi di potersi fidare sempre meno. I dibattiti negli altri comuni hanno aperto curiosità e interesse maggiori di quello che ci viene propinato da tv o giornali, ed è stato constatato un inaspettato interesse verso questa tematica.

Detto questo: Viva Brandico informa…

referendum-scheda

Tutte le domande sul referendum costituzionale

Read more

Un’unica grande biblioteca

Un’unica grande biblioteca

rbb

 

La Provincia di Brescia, ente capofila della Rete Bibliotecaria Bresciana (RBB) e il Comune di Brescia, che gestisce il Sistema Bibliotecario Urbano (USB) hanno stipulato un accordo che porterà all’integrazione dei servizi delle due reti bibliotecarie, attraverso la creazione di un’unica biblioteca diffusa sul territorio, alla quale i cittadini potranno accedere da qualsiasi biblioteca presente sul territorio.

A partire dal 15 novembre i servizi del Sistema Bibliotecario Urbano (SBU) e della Rete Bibliotecaria Bresciana (RBB) saranno uniti da un unico sistema informativo e si potrà così consultare un solo grande catalogo all’indirizzo http://opac.provincia.brescia.it. Gli iscritti potranno prenotare con facilità i documenti, online e direttamente in qualsiasi biblioteca di Brescia e provincia. Il nuovo sistema permetterà di tracciare il percorso dei documenti richiesti.

Per permettere l’integrazione dei sistemi saranno necessarie alcune interruzioni del servizio

  • Gli utenti della RBBC non potranno prenotare documenti online nelle giornate di sabato 12 e domenica 13 novembre. Il servizio di prestito nelle biblioteche della RBBC potrebbero subire rallentamenti o risultare bloccato a causa dell’indisponibilità del sistema informativo.
  • Per gli utenti del Sistema Bibliotecario Urbano è previsto un blocco del servizio di prestito e prenotazione online dalle ore 18,00 di giovedì 10 a lunedì 14 novembre.
  • I servizi di prestito digitale e di lettura online non subiranno interruzioni e saranno raggiungibili dal portale http://rbbc.medialibrary.it

Cos’è la Rete Bibliotecaria Bresciana?

La Rete Bibliotecaria Bresciana (RBB) è una rete informativa e di servizio coordinata dall’Ufficio Biblioteche della Provincia.
E’ costituita dalla quasi totalità delle biblioteche comunali della provincia e coinvolge anche biblioteche speciali, scolastiche e professionali che grazie a essa coordinano il loro funzionamento e condividono il medesimo catalogo (http://opac.provincia.brescia.it).

L’ambizioso obiettivo conseguito è la realizzazione della cosiddettabiblioteca virtuale”, intesa come sintesi del servizio di un territorio e sviluppo dei servizi bibliotecari in termini di efficacia e di razionalizzazione economica. La Provincia di Brescia gestisce direttamente l’architettura informativa, il catalogo bibliografico e altri servizi alle biblioteche come: prestito interbibliotecario, biblioteca digitale, coordinamento degli acquisti, promozione alla lettura, aggiornamento professionale, comunicazione e molto altro.

Le biblioteche aderiscono per legge ai Sistemi bibliotecari intecomunali, strumento attraverso cui si attua la cooperazione bibliotecaria tra i diversi soggetti istituzionali.
Dal 2001 collabora alla RBB la Rete Bibliotecaria Cremonese (RBC), che intrattiene con la Provincia di Brescia un rapporto di partnership regolato da una convenzione.
Nel corso del 2015 si sono sottoscritti accordi per la condivisione dei servizi bibliotecari anche con il Comune di Brescia e la Rete Bibliotecaria Bergamasca.

Reddito di Autonomia si rinnova!

Reddito di Autonomia si rinnova!

Viva Brandico informa che:

Il programma “Reddito di Autonomia” rappresenta un primo esempio di politiche integrate che vedono al centro le persone e le famiglie, riconoscendo ai soggetti in difficoltà ulteriori opportunità di accesso alle prestazioni in ambito sanitario, sociale, abitativo e di ricerca attiva del lavoro.
L’intervento regionale intende sviluppare misure complementari alle iniziative programmate dallo Stato in risposta a condizioni di povertà assoluta e, nello stesso tempo, sussidiarie con la rete regionale degli interventi e dei servizi attivati sul territorio dagli Enti locali.

Qui di seguito il dettaglio delle cinque misure previste per quest’anno e i requisiti per accedervi.


PER LE FAMIGLIE

“Esenzione super ticket” sulle prestazioni sanitarie di specialistica ambulatoriale

“Bonus famiglia” per sostenere la maternità e i percorsi di crescita dei nuovi nati

“Nidi gratis”

PER GLI ANZIANI E I DISABILI

“Voucher autonomia” per anziani e disabili

PER I DISOCCUPATI

“Progetto di Inserimento Lavorativo – PIL”

 

nel dettaglio li descriviamo brevemente:

PER LE FAMIGLIE

zero_ticket

“Esenzione super ticket” sulle prestazioni sanitarie di specialistica ambulatoriale

Requisiti: reddito familiare annuo lordo fino a 18.000 euro.
Decorrenza: avviata a ottobre 2015 prosegue per tutto il 2016.
Modalità di accesso: autocertificazione del reddito, per sé e per i familiari a carico, presso l’ATS di competenza territoriale che rilascerà l’attestazione di esenzione (codice di esenzione E15).

Per approfondimenti: visita il sito della Direzione Welfare
bonus_famiglia

“Bonus famiglia” per sostenere la maternità e i percorsi di crescita dei nuovi nati

In cosa consiste: 150 euro al mese (per i 6 mesi precedenti la nascita del bambino e per  i 6 mesi successivi alla nascita) fino ad un massimo di 1.800 euro. In caso di adozione, 150 euro al mese dall’ingresso del bambino in famiglia, fino ad un massimo di 900 euro.
Requisiti: per presentare la domanda la madre deve essere in stato di gravidanza o aver partorito nel mese di maggio (i parti avvenuti in un periodo precedente non potranno essere presi in considerazione) ed essere in possesso di un indicatore ISEE di riferimento uguale o inferiore a 20.000 euro. E’ inoltre richiesta la residenza in Lombardia per entrambi i genitori di cui almeno uno per 5 anni continuativi.
Modalità di accesso: presentazione della domanda online a partire dal 1° giugno 2016 sul sito www.siage.regione.lombardia.it

Per approfondimenti: visita il sito della Direzione Reddito di Autonomia
nidi_gratis

“Nidi gratis”

In cosa consiste: azzeramento della retta pagata dalla famiglia per i nidi pubblici o per i posti in nidi privati convenzionati con il pubblico, ad integrazione dell’abbattimento già riconosciuto dai Comuni.
Requisiti: famiglie con minori da 3 a 36 mesi, indicatore ISEE di riferimento uguale o inferiore a 20.000 euro e residenza in Lombardia per entrambi i genitori di cui almeno uno residente da 5 anni continuativi. I genitori devono lavorare o fruire di percorsi di politica attiva del lavoro (es. Dote Unica Lavoro o Garanzia Giovani).
Decorrenza: da maggio 2016.
Modalità di accesso: attraverso il  Comune di riferimento.
Per approfondimenti: visita il sito della Direzione Reddito di Autonomia

PER GLI ANZIANI E I DISABILI

Voucher_autonomia

“Voucher autonomia” per anziani e disabili

In cosa consiste: voucher del valore di 400 euro al mese per 12 mesi.
Beneficiari: anziani, di età superiore a 75 anni con compromissione funzionale lieve e persone con disabilità intellettiva o con esiti da traumi o patologie invalidanti di età superiore a 16 anni.
Requisiti: indicatore ISEE di riferimento uguale o inferiore a 20.000 euro.
Decorrenza: nel mese di giugno 2016 verranno emanati appositi bandi.

PER I DISOCCUPATI

progetto_inserimento_lavoro

“Progetto di Inserimento Lavorativo – PIL”

In cosa consiste: 300 euro al mese per un massimo di 6 mesi a titolo di indennità di partecipazione, per la fruizione di servizi di politica attiva di orientamento, accompagnamento e formazione previsti da Dote Unica Lavoro.
Beneficiari: disoccupati da più di 36 mesi, non percettori di alcuna integrazione al reddito, che partecipano al percorso di Dote Unica Lavoro.
Requisiti: indicatore ISEE di riferimento uguale o inferiore a 20.000 euro.
Modalità di accesso: attraverso gli Operatori accreditati, a seguito dell’attivazione della misura di politica attiva di orientamento, accompagnamento e formazione denominata “Dote Unica Lavoro”.

 

Per approfondimenti sulle misure inerenti l’iniziativa “Reddito di Autonomia 2016″ approvate con la delibera regionale n. 5060 del 18 aprile 2016, è disponibile il portale della Regione Lombardia.

Reddito Lombardo di Autonomia

Reddito Lombardo di Autonomia

Viva Brandico informa che:

la Regione Lombardia vuole diffondere ai cittadini lombardi le misure che ha recentemente approvato, per dare concreto supporto ai soggetti in condizione di maggior fragilità economica.

Regione Lombardia ha deciso di aiutare i cittadini lombardi in difficoltà, con 5 iniziative sperimentali dedicate alle famiglie, ai disoccupati, agli anziani e ai disabili, per far ritrovare loro serenità e benessere.
Un aiuto concreto di Regione Lombardia per contrastare la povertà e promuovere l’inclusione sociale di tutti i cittadini lombardi.

Il nuovo Reddito Lombardo di Autonomia:

RedditoLombardo

Inoltre i cittadini con reddito familiare fiscale annuale (lordo) non superiore a € 18.000,00 e i loro familiari a carico possono beneficiare dell’esenzione dal pagamento del ticket aggiuntivo (il cosiddetto “super ticket”) sulle prestazioni sanitarie di specialistica ambulatoriale, cioè non pagare la quota aggiuntiva di compartecipazione alla spesa, introdotta nel 2011 a seguito della manovra economica dello Stato (legge 111/2011).
La nuova esenzione ha codice E15.

Le autocertificazioni possono essere registrate nel sistema informativo regionale recandosi presso la ASL di competenza territoriale, che rilascerà relativa attestazione.

Per maggiori informazioni clicca QUI

 

DOTE SPORT 2016 – Regione Lombardia

DOTE SPORT 2016 – Regione Lombardia

VivaBrandico informa che:

Regione Lombardia aiuta le famiglie a sostenere il costo per le attività sportive dei propri figli con la Dote Sport 2016.

La Dote Sport è un rimborso – integrale o parziale – delle spese sostenute dalle famiglie nel periodo settembre 2016/giugno 2017, per l’attività sportiva dei propri figli minori.

Le attività devono:

• prevedere il pagamento di quote di iscrizione e/o di frequenza;

• avere una durata continuativa di almeno 6 mesi;

• essere svolte da associazioni o società sportive dilettantistiche iscritte al Registro Coni o affiliate a Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate, Enti di Promozione Sportiva o da soggetti gestori di impianti di totale proprietà di Enti Locali. Sono comprese le Associazioni Benemerite riconosciute dal CONI.

Le domande devono essere presentate esclusivamente sul sito www.agevolazioni.regione.lombardia.it (SIAGE) dalle 12.00 del 15 settembre alle 16.00 del 31 ottobre.

Per ulteriori informazioni sul bando è possibile :

• chiamare il numero verde 800.318.318 (da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 21.00 e il sabato dalle 8.00 alle 20.00);

In particolare, fino al 31 ottobre sarà attivo sullo stesso numero, da lunedì a venerdì, dalle 9.00 alle 18.00, un servizio specificatamente dedicato al bando Dote Sport.

• scrivere a dotesport@regione.lombardia.it


Clicca sull’immagine sotto per maggiori informazioni.

dote-sport